giovedì 11 marzo 2010

ma fa ancora freddo...dunque spezzatino!!



alcuni piatti per me rientrano nella categoria "cibi da portare con sè in caso di letargo".
sì, è una sottocategoria del comfort food: l'hibernation food.

vuoi diventare anche tu un hibernation food? ecco cosa devi fare!
ci sono dei precisi requisiti per poter rientrare a pieno titolo nella categoria:
1. devi essere un cibo molto caldo, ma non solo caldo, devi proprio fumare e quando sei pronto, ho la cucina piena di vapore.
2. hai un tempo di cottura medio lungo, in modo tale che assolvi non solo alla funzione nutritiva, ma anche a quella termoregolatrice.
3. devi essere pieno di sapore, saporitissimo!
4. devi essere portatore (sano) di parecchio sugo, per tociar, fare scarpetta, intignere...dillo in che dialetto vuoi, ma il tuo sughetto deve richiedere la capacità assorbente di almeno una mezza baguette o equipollenti.
5. devi contenere più spezie ed aromi possibili, scegli tu quali, ma almeno 3 erbe e 2 spezie.
6. mi devi scaldare e saziare da matti, devi farmi venire un pò sonno, dal leggero torpore all'abbiocco inevitabile, a seconda del tuo grado di letargicità.
7. ti devi accompagnare molto bene con un bicchiere di vino rosso corposo.
8. c'è una scala di misurazione della tua letargicità, che tiene in considerazione la presenza e concentrazione dei precedenti requisiti.
puoi essere letargico da 1 a 10.

ho fatto un rapido test al mio piatto di oggi, ed ecco un perfetto esemplare di hibernation food di grado #10 della scala letargo!
the original Gulash-spezzatino!!
e d'altra parte se non parliamo di hibernation in questi giorni...con questa neve fuori programma! sì, lo so, in gergo giornalistico si dice COLPO DI CODA DELL'INVERNO, c'è tutti gli anni e immancabilmente fa notizia, anche se è sempre lo stesso servizio lì pronto appena la temperatura cala di un grado in marzo.
però quest'anno c'è da chiedersi..ok colpo di coda dell'inverno, ma di che animale stiamo parlando? cioè, è la codetta di una lucertolina che in un attimo se ne va...o si tratta di una coda di maggior spessore, non so tipo di un coccodrillo marino?

vabbhè, vai con lo spezzatino!!
per 2 persone
600grammi carne di manzo morbida
carota, sedano, cipolla per soffritto
200grammi polpa pomodoro
1bicchiere d'acqua
1bicchiere vino rosso
un pizzico di peperoncino, 1chiodo di garofano, ginepro
rosmarino, salvia, alloro
sale, pepe, olio

faccio soffriggere carota cipolla e sedano in unn cucchiaio di olio evo
vi rosolo la carne tagliata a cubotti
verso il vino rosso, le erbe e le spezie
quando evapora il vino aggiungo la polpae 1 bicchiere d'acqua bollente
lascio cuocere per 1 ora abbondante (mezzora in pentola a pressione)

munitevi di abbondante pane per il toccio!!!!
ah, se ne avanza, il giorno dopo ci viene una pasta favolosa, magari una bella tagliatella fresca!!!

16 commenti:

  1. Mi piace molto questo spezzatino, ma ancora di piu' la treccia colorata piu' sotto. Ti linko per non perdere te e questa bella idea. A presto - Maura

    RispondiElimina
  2. adoro gli spezzatini!
    troppo forte quest'hibernation food!!!
    anche qui in freddo mia cara...ancora neve, per non parlar del vento dei giorni scorsi!!!
    tutto bene lì???
    baci baci

    RispondiElimina
  3. eh si, con il freddo di questi giorni..è un piatto ancora gettonatissimo!!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. sarà che devo ancora far pranzo ma mi sembra di sentire il profumino fino qui....

    RispondiElimina
  5. oddio che bontà...credo di far parte del club "hibernation food" :)...adoro "tociar el pan" nel sughetto !!!Ciao, Lisa

    RispondiElimina
  6. eh si purtroppo si muore ancora di freddo!!!! ottimo il tuo spezzatino mi ci vuole proprio qualcosa di caldo...bacioni

    RispondiElimina
  7. hibernation food???Devo entrarci anch'io!!!UN ABBRACCIO CARA

    RispondiElimina
  8. io pure pro-"hibernation food", decisamente ( infatti la mia zuppa di cipolle sibila in pentola a pressione, anche lei da servire a temperatura vulcanica ;)
    buono buono il tuo spezzatino, speziato come piace a me.
    ciao"!

    RispondiElimina
  9. anche io adoro fare la scarpetta e se rimane un po di sughetto accompagnarlo con la pasta.uhmmm buono buono!!brava e bacioni

    RispondiElimina
  10. buonissimo... io mangerei sempre spezzatino, lo adoro! un bacione.

    RispondiElimina
  11. favoloso!! gustoso e saporito! complimenti!

    RispondiElimina
  12. ...complimenti per i post molto carino... e il tuo spezzatino è la ciliegina sulla torta con questo freddo... brrrrrrr

    RispondiElimina
  13. ma dai, sai che anche io oggi ho l'ho fatto? ed uso la ricetta precisa alla tua, solo senza chiodi di garofano perchè avevo a cena mio fratello che non li ama!! grazie per la visita e gli auguri per la mia schiena!

    RispondiElimina
  14. Se vogliamo un hibernation food da 10 e lode io ci aggiungerei vicino anche della polenta che a "menarla" ti scaldi eccome!!!!

    RispondiElimina
  15. @ Maurina: grazie, a presto!
    @ Terry: Terry!! dai che oggi è tornato il sole!ci scaldiamo gli ossetti!
    @ Luciana, Manu e Silvia: si! e meno male che ci si scalda cosi!
    @ Fabiana: in effetti ha riempito la casa di profumo!!
    @ Dolceamara, marifra, luxus, scarlett: allora fondiamo il club dell'hibernation food, e anche quello della scarpetta nel tocio...più scarpetta per tutti!!
    @ Micaela, federica, Anna: grazie!!
    @ Dauly: ma dai!! sì infatti i chiodi non piacciono a tutti!
    @ Graziella: se i mari fusse de tocio...e i monti de poenta..oh mamma che tociae!! e come darti torto, ci sarebbe stata proprio bene una bella polentina!!

    RispondiElimina
  16. hahaha, è vero lo spezzatino è l'ideale come hybernation food, buono, caldo e coccoloso!!!

    RispondiElimina