domenica 25 settembre 2011

Millefoglie di carasau con verdure



ogni tanto passo di qua, sempre più raramente vero??
dov'eravamo rimasti??
al periodo giallo di Tepperella? quello tutto stoviglie gialle, tortine ai fiori di zucca, pane amore e fantasia?
stop!
aggiornamento: siamo più o meno al periodo marrone adesso.
sfumatura più sfumatura meno, ma la tonalità di riferimento è quella.
terminata la seconda estate da mamma a tempo pieno, nella speranza (dal punto di vista economico/sociale) che sia stata l'ultima, la nostra Tepperella si sta lanciando a intessere una serie di nuove trame per ricostruire la sua vita A.F. (Ante Figli).
non mi dilungo sugli accadimenti degli ultimi anni, ma vi assicuro che la SSS...sorte nn è stata proprio dalla parte di Tepperella.
che ora si ritrova a dover costruire tutto da capo.
e quindi, oltre alla trafila dell'inserimento simultaneo del piccolo al nido e del grande alla materna, Tepperella si sta battendo tutte le agenzie di lavoro di Milano.
ce la farà?
non lo sappiamo.
la vediamo uscire la mattina alle 8 col look Trucido (occasione d'uso: accompagno i bambini, che tra un pianto una merendina sputata e un capriccio mi strappano, mi spalmano di cioccolata e marmellata, e mi fanno sudare come un muflone nelle fasi terminali dell'accoppiamento).
alle 9.30 riparte convinta col look Affidabile, flessibile, puntuale e orientata al lavoro di gruppo (occasione d'uso: ennesimo colloquio con ennesima agenzia di lavoro, chissà che vada bene!!)

l'unica certezza è il cibo.
(ancora per poco, se nn si trova lavoro!!)
oggi vi propongo:
Millefoglie di carasau e verdure
attenzione: il carasau arriva direttamente da Alghero, dove siamo riusciti a ritagliarci un mini-break quest'estate.

mi servono:
6 fogli pane carasau
1 melanzana viola
3 zucchine
2 pomodori
basilico, origano, erba cipollina
olio evo, sale e pepe

affetto melanzane zucchine e pomodori e li griglio.
in una ciotola abbastanza larga mescolo 2 cucchiai di olio, 1 dl di acqua, sale pepe e le erbette tritate.
divido ogni foglio di carasau in 4 o 5 pezzettini e li intingo nella miscela di olio e erbette.
compongo delle torrette: uno strato di carasau imbevuto, verdurine, carasau, verdurine, carasau.
risultato: un bell'antipastino allegro e sano, o un contorno alternativo!
la ricettina viene da sale e pepe, con qualche piccola modifica!!!

lunedì 5 settembre 2011

mica pizza e fichi....



long time no posting.
ed è già settembre.
e i miei folletti stanno per compiere uno e tre anni.
uno e trino.

amo settembre! le giornate di sole sono sfolgoranti, l'aria è fresca e profuma di nuovo, alle 7 di sera è già buio, ma è un buio luminoso, carico di vita.
è il mese del ricomincio, e ricomincio in meglio, con più energia e voglia di fare.
sarà che mi è sempre piaciuto andare a scuola, ma per me l'anno inzia a settembre e non a gennaio.
è il mese di zucca, uva, funghi, fichi.
le cose buone e saporite.

e coi fichi ci facciamo...una pizza!
l'ho vista su Cucina Moderna, e non ho resistito!

per 6 persone
1kilo pasta per pizza
1/2kilo stracchino
1 etto coppa
6 fichi neri e verdi
rosmarino fresco
sale pepe olio evo

stendo la pasta per pizza sulla placca del forno
lascio riposare 5 min e la allargo nuovamente conn le mani.
la ricopro con lo stracchino a pezzi e inforno a 220 per 15 minuti.
aggiungo i fichi, tagliati in quarti e spennellati con olio, metto sale pepe e qualche rametto di rosmarino e inforno per altri 5 minuti.
a fine cottura distribuisco sulla pizza la coppa a fettine.
un ottimo antipastino settembrino da servire con del torbolino fresco!