sabato 10 marzo 2012

torta di carciofi & asiago



stavo riflettendo sul fatto che si parla di cucina in un'ottica sempre più estetico-artistica e vezzeggiativa.
spesso per ragioni fotografiche si scola la pasta cruda perchè tiene meglio la "posa", si lasciano raffreddare pasti da consumare caldi perchè il vapore crea un effetto offuscato.
addirittura qualcuno ha osato dire che non si dice Buon Appetito apprestandosi a mangiare, perchè non mangiamo per fame, ma per il piacere di stare insieme.
ora.
fermo restando il piacere - l'IMMENSO piacere di stare insieme.
ma cos'è sta storia che non mangiamo per fame???

sarò retrò, sarò naive.
ma io, onestamente, mangio ancora per fame.
mangio solo per fame.
questo blog trae le sue più profonde origini dalle profonde voragini della fame.

oggi la fame ci porta a preparare una torta salata di carciofi e asiago.
mi servono:
2 confezioni pasta sfoglia
4 carciofi
300grammi asiago
olio, aglio, sale, pepe
una manciata di pinoli
1 limone
1 uovo

pulisco i carciofi levando le foglie esterne, tagliando il gambo, e tranciando la punta
li lascio in acqua e limone per un pò.
li taglio a tocchetti e li salto in padella con olio e aglio.
intanto taglio a cubetti l'asiago e tosto i pinoli in un padellino antiaderente.
lascio freddare i carciofi, aggiungo sale e pepe.
srotolo una pasta sfoglia e vi ricopro una tortiera.
alterno starti di carciofi e asiago, inserendo qua e là anche i pinoli.
dall'altra sfoglia ricavo un cerchio dello stesso diametro della torta e lo pongo sopra la stessa.
spennello con uovo leggermente sbattuto e inforno a 180 gradi per 30 minuti circa.

questa ricetta partecipa a WHB# 324, ospitato da La cucina di Cristina




grazie a Kalyn, Haalo e Brii che portano avanti la bella iniziativa.

11 commenti:

  1. Mi hai letto nel pensiero??? Anch'io oggi mentre riciclavo il sugo con le olive dove avevo cucinato il baccalà di ieri sera per condire una pasta, mi son detta che molti dei blogger attuali sarebbe inorridito!
    Ma cosa me ne faccio di una ricetta fotografata come se fosse un anello di Cartier se poi non la posso mangiare???
    Io son ruspante e me ne vanto e chi mangia a casa mia non ci viene di sicuro per ammirare il piatto, ma per goderne nel mangiarlo!

    RispondiElimina
  2. Che trionfo di sapori.
    Buona domenica
    Mandi

    RispondiElimina
  3. Tepperella, mi piaci perchè in 2 righe, senza tante polemiche (vedi me ;-) ) fronzoli, frizzi e lazzi riesci a rendere l'idea...lo spaghetto crudo no, neanche se dovessi partecipare ad un concorso fotografico e..il cibo non si butta, non perchè siamo affamati ma proprio per rispetto a che la fame ce l'ha davvero, e non è l'appetito, ciao.

    RispondiElimina
  4. ciaooo
    buonagiorno

    http://laracroft3.skynetblogs.be http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  5. Ciao passa da me c'è una sorpresa

    RispondiElimina
  6. che bontà!!!! fatti un giro sul mio blog,sarei contento di averti tra i miei lettori fissi.ciao

    www.iltovagliolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Cara "Tepperella" , complimenti per il blog. Vogliamo invitarti a conoscere un nuovo modo di divulgare, condividere e cercare ricette on line. Viaggia fra le più belle immagini food italiane, in un portale da mangiare con gli occhi...

    Abbiamo centinaia di foodbloggers fra i nostri utenti,Visita adesso http://www.foodlookers.it

    Lo staff Foodlookers

    RispondiElimina
  8. mamma mia che buona questa torta!

    RispondiElimina
  9. Quando si dice “comfort food”… :)
    ristoranti roma http://restaau.it/Search/City/ristoranti-roma.html

    RispondiElimina